X
Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. - OK -
Background Image

UTET Grandi Opere

Torino

UTET Grandi Opere raccoglie il testimone di una grande tradizione editoriale. La casa editrice UTET è infatti la più antica d’Italia. Nasce nel 1791, a Torino, dall’attività del libraio Giovanni Pomba ma il vero "padre fondatore" è il figlio Giuseppe. E’ sua l’intuizione di unire aspetti editoriali, produttivi e distributivi come sarà nelle moderne case editrici. Sono sue molte scelte editoriali che hanno colto in anticipo le esigenze culturali del nostro Paese: la prima rivista periodica illustrata italiana (Il Teatro Universale, 1834), la prima enciclopedia italiana (L’Enciclopedia Popolare, 1841), il primo Dizionario della Lingua Italiana (pubblicato proprio a partire dal 1861). L’obiettivo di UTET (Unione Tipografico Editrice Torinese) è, oggi come allora, quello di diffondere il sapere anche verso lettori di buona cultura ma non specialisti avvalendosi di autori importanti. La mission attuale di UTET Grandi Opere aggiunge all’alta qualità dei testi la particolare cura dell’iconografia e della veste editoriale mentre i temi affrontati fanno riferimento soprattutto alla cultura generale e umanistica. Simboli della tradizione delle grandi opere UTET sono il Grande Dizionario della Lingua Italiana di Salvatore Battaglia, il Dizionario della Musica e dei Musicisti di Alberto Basso, Il Grande Dizionario Enciclopedico di Pietro Fedele e la collezione dei Classici, oltre 300 volumi. Nella produzione più recente, quell’eredità è rappresentata da La Cultura Italiana (2009), diretta da Luigi Luca Cavalli Sforza; Ecosphera (2010), grande opera dedicata al rapporto uomo/ambiente diretta da Niles Eldredge e Telmo Pievani; Letteratura italiana. Canone dei Classici (2012) diretta da Carlo Ossola; Storia d’Europa (2013) di Giuseppe Galasso e Letteratura Europea diretta da Piero Boitani e Massimo Fusillo (2014); Cultura del Cibo, opera diretta da Massimo Montanari (2015), pubblicata in occasione di EXPO Milano e accompagnata da un volume dedicato alla storia delle esposizioni universali EXPO 1851 - 2015. La Collana Visioni impossibili comprende opere realizzate grazie a tecnologie fotografiche d’avanguardia: Giotto e la Cappella degli Scrovegni (2008), Beato Angelico al Convento di San Marco a Firenze (2010), Francesco d’Assisi negli affreschi di Giotto (2011), Botticelli agli Uffizi (2012). Nasce nel 2009, la linea delle opere di pregio a tiratura limitata e numerata: Musica e Amore (2009), Sindone (2010), Verdi. L’Uomo, l’Artista, il Mito (2011), 1861 (2011), Genesi (2012), Pompei (2012), Omaggio all’Europa (2013), La Divina Commedia (2013) e Odissea (2015).

Sito web: http://www.utetgrandiopere.it